Grande guerre : lussu, stuparich

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 18 (4443 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 26 février 2010
Lire le document complet
Aperçu du document
DECOMBAT 19 Décembre 2009
Julien

Commentaire Dirigé

Emilio Lussu, Un anno sull’altipiano : pp.179-182
Gianni Stuparich, Ritorneranno : pp.299-301

Emilio Lussu scrive Un anno sull’altipiano nel 1937, quindi più di vent’anni dopo gli eventi di cui parla nel suo libro. Questi eventi si svolgono fra Maggio 1916 e Luglio 1917 sull’altipiano dei Sette Comuni. Difatti la“Strafexpedition” condotta dagli austriaci il 14 Maggio 1916 respinge gli italiani a trenta chilometri dal confine. Per condurre una controffensiva, ci volevano mezzi supplementari, quindi la Brigata Sassari che combatteva sul Carso fu trasferita sull’altipiano dei Sette Comuni, con nei suoi ranghi Emilio Lussu. Un anno sull’altipiano narra la vita di soldati in trincea, fatta da momenti di assalto, di riposo,esposta dagli occhi del comandante della 10a, Emilio Lussu, che evoca la guerra in modo demitizzato attraverso : la realtà della trincea, l’incompetenza dell’alto comando, la follia di alcuni, quindi propone al lettore una visione altra della guerra, lontana dalla retorica fascista che riprende il mito della grande guerra.
Il brano studiato si trova al capitolo XXV quindi verso la fine dell’opera.Sul piano storico e temporale, il presente brano si svolge suppergiù tra Marzo e Aprile 1917. Difatti il capitolo seguente ci dà un’informazione temporale che permette di situare il brano sul piano storico, a pagina 185 : “Ma ad Aprile, la neve era ancora alta attorno a tutte le nostre posizioni”. La guerra offensiva condotta da Cadorna ha provocato numerosissime perdite e non ha permesso diconquistare quasi nessun vantaggio territoriale (su questo tema, pagina 56 : “Essi abbandonarono Monte Fior, allo stesso nostro modo. E noi lo riprendemmo nello stesso modo con cui essi lo avevano conquistato”), tranne la presa di Gorizia del 9 Agosto 1916 che ha fatto 21000 morti. Quindi la condotta della guerra, l’impreparazione militare, la situazione difficilissima nelle trincee provocano a poco apoco un malcontento nelle trincee, il soldato si fa sempre più domande per quanto riguarda la fondatezza di questa guerra e le capacità degli uomini che la comandano. La rotta di Caporetto, pochi mesi dopo, il 24 Ottobre 1917, provocherà numerose perdite umane, territoriali e farà molti prigionieri (300000). Nel suo libro Lussu parla del malcontento generale tra l’altro nel capitolo che precedeil nostro brano. Difatti assistiamo nel capitolo XXIV ad un ammutinamento da parte di soldati che non ce la fanno più, che si ribellano, a pagina 173 : “Vogliamo il riposo! Abbasso la guerra! Basta con le trincee!”. Quindi dopo questa sequenza di ammutinamento, nel capitolo XXV si avvia una discussione, ovvero un dibattito con diversi comandanti tra cui il comandante della 9a compagnia Avellini,quello della 10a cioè Lussu, il comandante della sezione mitragliatrici : il tenente Ottolenghi, e altri comandanti e sottotenenti. Il tema principale del dibattito è la condotta di guerra e l’incapacità dell’alto comando e più generalmente la giustificazione di questo conflitto che ha provocato numerose perdite. Due uomini principali dirigono il dibattito : Ottolenghi che denuncia la condotta diguerra e la guerra stessa, e il comandante della 10a cioè Lussu che cerca di giustificare questo conflitto.
Per quanto riguarda il libro del triestino Gianni Stuparich, Ritorneranno fu scritto tra il 1935 e il 1939 e pubblicato nel 1941, quindi sotto il regime fascista. Questo romanzo narra le vicende di una famiglia triestina in un arco di tempo compreso tra il 1915 e il 1918. Il brano studiatosi situa nella parte quarta dedicata principalmente alla messinscena del conflitto interiore che tormenta Sandro, uno tra i tre fratelli Vidali tornato dal fronte con una minorazione : la cecità. Difatti la prima parte si interessa alla vita nel “fronte interno”, oppure nelle retrovie con le vicende tra l’altro della mamma Carolina e di sua figlia Angela a casa mentre i tre figli sono al fronte...
tracking img