Le multinazionali

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 5 (1183 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 9 juin 2010
Lire le document complet
Aperçu du document
LE MULTINAZIONALI

INTRODUZIONE
Come ha lucidamente scritto circa quindici anni addietro il camerata Maurizio Lattanzio nel suo "Stato e Sistema", «La società multinazionale rappresenta la tendenza costante all'espansione "planetaria", una sorte di abnorme crescita tumorale, insita in un processo produttivo industriale svincolatosi ormai da ogni controllo politico. La "multinazionale" sovrastala stessa autorità politico-statale».
L'espressione "impresa multinazionale" fu utilizzata per la prima volta da David Lilienthal, direttore della Tennessee Valley Authority, in una relazione presentata al Carnegy Institute of Technology nel 1963.
Le definizioni di multinazionale sono numerose e spesso contrastanti. Molte delle quali si basano su criteri arbitrari, tipologici o statici come ilnumero dei paesi interessati o di filiali estere, le dimensioni, la percentuale di volume d'affari realizzato o il numero di dipendenti impiegati all'estero
Il termine Multibnazionale si potrebbe brevemente descrivere dicendo che l’Impresa Multinazionale è data alle società che investono all'estero. Tale fenomeno ha inizio nella metà del XIX secolo
Alcuni esempi
nel 1852 la Colt statunitenseapre una sede a Londra;
nel 1865 la Bayer tedesca si insedia nell'America settentrionale,
nel 1867 la Singer si insedia a Glasgow.

Le due guerre mondiali del ‘900 e il contrapporsi dei sistemi socialista e capitalista rispettivamente di U.R.S.S e U.S.A. determinarono una lotta serrata per l’egemonia economica.
Dopo la seconda guerra mondiale si assistette ad un veloce processo diavanzamento del mercato globale dovuto alla forte ripresa europea, alla liberalizzazione degli scambi e all’affacciarsi sulla scena economica del Giappone.
Con gli anni, si assiste ad una proliferazione degli investimenti diretti all'estero di aziende europee e nordamericane (AEG e Bayer, Kodak e Nestlè, Standard Oil e Texano). Alcune da tempo sono note per la diffusione del marchio, nel campo dellosfruttamento capitalistico, per essere state al centro di parecchie cronache che si sono interessate a delle catastrofi che hanno  provocato la morte di centinaia di operai e l'avvelenamento e la distruzione dell'ambiente circostante
ESEMPIO LA CHIQUITA usano i paramilitari per uccidere i sindacalisti
Le aree più forti si concentrano negli U.S.A. , nell' U.E. e in Giappone, mentre il terzo mondo sitrova in una situazione di assoluto sfruttamento. Ad essere coinvolte nella globalizzazione come principali centri produttivi sono le società multinazionali; ovvero imprese che possiedono impianti e filiali in paesi diversi, ma con sedi principali nella nazione di origine. Esaltate come produttrici di ricchezze o al contrario criminalizzate come sfruttatrici del lavoro, le multinazionali
Unamultinazionale è un'impresa che opera in più di un paese con un'organizzazione stabile di produzione e di vendita LE MULTINAZIONALI Una multinazionale è un'impresa che opera in più di un paese con un'organizzazione stabile di produzione e di vendita. Ciò avviene attuato col fine di estendere il mercato e conseguire economie di scala, sfruttare le differenti condizioni produttive nei vari paesi. Unasocietà quindi per risultare una società multinazionale non è necessario che abbia una quotazione in Borsa e nappure un livello minimo di vendite e di esportazioni. Per la definizione molto generica impartita dall'Onu, il controllo anche di una sola filiale all'estero rispetto alla sede della società centrale, giustificato dunque dal possesso di almeno il 10% del suo capitale totale, basterebbe perconsiderare un'azienda una multinazionale. Secondo tali criteri, la Conferenza delle Nazioni unite per il commercio e lo sviluppo (Unctad) calcolava all'inizio del 2000, 63000 società multinazionali che controllavano 690000 filiali in tutto il mondo. Un dato molto superiore rispetto al 1995, quando ne erano state riconosciute 44500 con 227000 filiali (questo dato corrisponde ad una crescita del...
tracking img