Le rouge et le noir

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 112 (27813 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 20 mars 2011
Lire le document complet
Aperçu du document
n. 7

Quaderni di Ferentino

IndIce

Premessa Luigi Palmisani IntroduzIone Tommaso Amodeo oPen source: mIto o realtà? Orazio Viele la catena del valore e glI ecosIstemI dI busIness rIflessIonI sulla strategIa ad ecosIstema dI busIness del consorzIo oW2 Cedric Thomas sPagoWorld: l’InIzIatIva oPen source dI engIneerIng Gabriele Ruffatti oPen source e ProgettI dI IntegrazIone Antonio Merighila bIblIoteca dI ferentIno Note di lettura: Il rosso e Il nero, stendhal a cura di Sergio de Vio

5 9 13

37 53 73 83

Premessa
Luigi Palmisani

Direttore Organizzazione e Personale di Engineering Ingegneria Informatica.

5

Premessa

L’idea di dedicare un numero dei Quaderni all’open source è nata parlando con Tommaso Amodeo. L’ho incontrato al ritorno da una delle sue primeesplorazioni del mercato europeo, stupefatto di aver scoperto quale ruolo e quale immagine Engineering avesse conquistato sui mercati internazionali, grazie appunto alle attività che la Direzione Ricerca e Innovazione aveva svolto in area open source. E poiché penso che questa scoperta sia ancora patrimonio di pochi fra i nostri seimila colleghi, ritengo doveroso dedicare all’argomento il settimonumero dei Quaderni di Ferentino, lasciando a Tommaso Amodeo il compito di introdurre il tema. Il resto degli articoli sono stati scritti e curati dai colleghi di Ricerca e Innovazione, che hanno indossato per l’occasione con eccellenti risultati i panni dei divulgatori. Orazio Viele illustra lo scenario complessivo, ripercorrendo anche le tappe fondamentali della storia; Gabriele Ruffatti presentail “mondo Spago”, la realizzazione più importante di Engineering in questo ambito; Antonio Merighi racconta casi concreti di integrazione di componenti open source all’interno di progetti applicativi realizzati da Engineering per i propri clienti. Ripubblichiamo inoltre, per gentile concessione della rivista quaderni di management, un interessante articolo di Cedric Thomas, tradotto da GabrieleRuffatti, che interpreta il modello di business nato attorno all’open source, secondo la teoria degli ecosistemi di business. Come al solito, nella parte finale di questo numero, ospitiamo una nota di lettura preparata da Sergio de Vio in occasione del corso dedicato agli Alti Potenziali Engineering (APE): questa volta si tratta del romanzo Il rosso e il nero di Stendhal. Luigi Palmisani

7 IntroduzIone
Tommaso Amodeo

Direttore Attività Internazionali, divisione PAC, Aziende Pubbliche e Istituzioni Comunitarie, Engineering Ingegneria Informatica.

9

IntroduzIone

Nel primo numero dei Quaderni di Ferentino del luglio 2004 Orazio Viele concludeva il suo saggio “Dalle origini all’open source: quale futuro per l’Ict” con l’affermazione “…potremmo concludere che l’open sourceè una scommessa comunque conveniente”. Mi fa piacere richiamare la conclusione del collega perché oggi, più di 4 anni dopo, possiamo ribadirla e contestualizzarla ulteriormente: “per Engineering l’open source è una scommessa comunque conveniente”. La nostra azienda ha quasi 30 anni ed è una bella realtà industriale. In Italia si trova il cuore, il cervello, e gran parte del fatturato del nostrogruppo. Nei primi 30 anni di vita, la società è nata, si è sviluppata e ha visto morire molti concorrenti, sia domestici sia filiali di multinazionali. Oggi un nuovo capitolo della nostra storia si è aperto, ed è la sfida della internazionalizzazione. Ora, internazionalizzare una società di servizi informatici è una cosa complicata per la natura del prodotto che viene proposto (a medio valoreaggiunto, che richiede un investimento iniziale contenuto, artigianale, che richiede un supporto umano locale). Poche sono infatti le aziende che riescono ad affermare il proprio brand su mercati diversi da quello nativo, mentre moltissime sono le software house che in ciascun paese fanno bene il proprio mestiere. Numerose aziende estere sono riuscite ad affermarsi in Italia, soprattutto americane e...
tracking img