Persecuzioni cristiane

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 65 (16002 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 23 novembre 2010
Lire le document complet
Aperçu du document
Indice

1. Premessa 2
1.1. Motivazioni nella scelta dell’argomento 2
1.2. Problemi riscontrati nella ricerca 2
2. Abstract 3
3. Introduzione 4
3.1. Stato e Chiesa nella concezione originaria 4
3.2. Definizione di martire 6
3.3. Le cause delle persecuzioni 7
3.4. Le catacombe 8
4. Personaggi salienti 9
4.1. San Pietro, San Paolo, Nerone e Domiziano 9
4.2. Traiano eMarco Aurelio 11
4.3. Settimio Severo, Massimino il Trace, Decio e Valeriano 12
4.4. Diocleziano, Galerio, Massimiano e Costanzo Cloro 14
4.5. Costantino 14
5. Lettere e testimonianze 15
6. I metodi di persecuzione 20
7. Le persecuzioni cristiane odierne 21
7.1. Le persecuzioni dei cristiani nel mondo 22
7.2. I conflitti nei confronti del Magistero papale 26
8. Distinzione trakamikaze e martiri 27
9. Allegati 28
10. Conclusione 33
11. Bibliografia 34
12. Webgrafia 34

Premessa

1 Motivazioni nella scelta dell’argomento

Ho scelto il lavoro di maturità di religione perché l’argomento proposto mi ha sempre appassionata. Mi piace molto la storia, ma non mi ero mai soffermata sul rapporto tra Chiesa e Stato, o almeno non a fondo. In principio pensavo di svolgereun lavoro sul nazismo, argomento che m’interessa davvero molto. Poi però ho cambiato idea: mi è sembrato più interessante concentrarmi su un periodo più antico che non si sente così spesso come il periodo dell’ascesa nazista.
Dei primi secoli e delle persecuzioni svolte in quel periodo non ho mai riflettuto sulla posizione del papa, sulle sue condizioni rispetto a quelle dell’imperatore.Durante questo lavoro ho la possibilità di cercare delle risposte e pormi nuove domande a cui trovare una spiegazione.
Mi appassiona molto questo tema perché mi dà l’opportunità di osservare da vicino anche l’essere umano, il suo sviluppo fisico nella storia e lo sviluppo di ciò che crea. Questo però mette in evidenza il suo atteggiamento e la sua mente che nel tempo non cambiano sotto certiaspetti. Il male che un uomo può fare a un suo simile solo perché pensa sia diverso da lui, i pregiudizi, l’egoismo e tanti altri aspetti non sono cambiati con il passare del tempo. L’uomo è arrivato a compiere atrocità basandosi su dei pregiudizi, su dei pensieri che non hanno senso senza pentirsene, senza avere dei ripensamenti, senza chiedersi se forse quello che sta facendo non è giusto. Penso chequesto sia terrificante: l’uomo riesce ad arrivare a odiare un uomo a lui differente per religione, colore della pelle o politica senza avere veri motivi, motivi che abbiano senso, razionali. Come può un uomo guardare un altro uomo morire sbranato da leoni o in qualsiasi altro modo e trarne divertimento? Si diverte perché lui odia quel disgraziato che sta morendo. Ma questo sarebbe un buon motivo?Questo uomo è riuscito a convincere se stesso sul fatto che questo è un buon motivo fino al punto da riuscire a guardare un suo simile morire. E questo è preoccupante: non è successo una sola volta nella storia e non si è trattato di un unico uomo malato mentale ad arrivare a questo punto. No, si è trattato di molte persone, esseri umani che hanno perso la loro umanità, la loro pietà, la lorocompassione verso altre persone che non hanno avuto nessuna colpa se non quella di appartenere ad altre religioni.

2 Problemi riscontrati nella ricerca

Veri problemi non ne ho avuti. È stato un po’ difficile riuscire a trovare il materiale giusto su cui lavorare in quanto del periodo storico da me scelto non ci sono arrivati molti testi.
Il problema principale penso riguardi la gestione deltempo: bisogna sapersi organizzare e pianificare il tempo da rivolgere al lavoro di maturità. E non sempre è facile, soprattutto quando subentrano compiti e esperimenti scolastici.

Abstract

Le persecuzioni dei cristiani iniziarono con Nerone nel I secolo e in seguito continuarono durante i primi tre secoli circa: terminarono con Costantino nel 313, anno dell’“Editto di Milano”. In...
tracking img