Napoli 3001

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 5 (1030 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 2 avril 2011
Lire le document complet
Aperçu du document
NAPOLI 3001

Completa il seguente testo :

grigio – spiega – circondate – esemplare – pianeta – indossare – futuro – dialogo – domande – regole – realtà – uso – cemento – tifosi – ricordo – reliquie – maschera - riscaldamento – rovine - scomparsa

La storia si svolge nel futuro. Il brano propone una visione fantascientifica della Napoli del 3001. Esso è un dialogo tra una madre e la suabambina.
I personaggi si trovano davanti alle rovine del famoso stadio napoletano San Paolo.
Le domande della bambina scandiscono il testo.
Dalle risposte della madre emerge una visione apocalittica della città.
La prima risposta ( = prima parte) ci fa capire che la natura è scomparsa dalla faccia dalla terra. La risposta alla seconda domanda ( = seconda parte) accenna alle cause delladistruzione e spiega le regole di uno sport sparito. La terza battuta della madre ci rivela che , oltre alla scomparsa della natura, si è esaurito anche l’ossigeno.

La madre fa fatica a rispondere alla prima domanda di sua figlia perché non ha mai visto né un prato, né i colori dal vivo. Sua nonna le raccontava sempre che « tanti anni fa esisteva un mondo pieno di colori… ». Per immaginarlisi aiuta con i vecchi film visti al Lasercinema (una tecnica cinematografica del 3001). L’uso dell’imperfetto sottolinea la morte della natura, e, insieme alla natura, la scomparsa dei colori. I personaggi vivono in un mondo grigio, invaso dal cemento.
La madre spiega che un terreno era una « sostanza umida di color marrone ». La sua definizione sembra presa da un dizionario. Ciò significa chei terreni non fanno più parte della realtà quotidiana del 3001. Descrive il terreno in modo oggettivo, quasi scientifico, perché mille anni dopo non si sa più a cosa somigli. Poi fa una descrizione più sentimentale (« Era bello (…) poggiare i piedi su di un prato perché era morbido, profumato. » Nel mondo dei nostri personaggi esiste solo il cemento, duro sotto i piedi.

La bambina vuole capireperché sono circondate dal cemento. La madre attribuisce la distruzione della natura alla stupidità degli uomini, alla fame del progresso, alla politica e agli interessi economici. Poi parla di un prato particolare, il prato di un campo da calcio. Spiega alla bambina a cosa serviva quel prato e le regole del calcio. In seguito fa una descrizione ironica dei tifosi : « la gente era felice dipagare per vedere quei tipi correre avanti e indietro ». Evoca anche gli episodi di violenza che hanno accompagnato il calcio negli ultimi anni.
Ma contrariamente alle conclusioni della bambina, il prato e il calcio non erano cose brutte perché il calcio poteva esaltare valori positivi, cioè l’amicizia e la passione, e il prato era un pezzo di natura nella città : « un prato era essenzialmentenatura, bosco, fiori… ».

Ma la natura è scomparsa dalla città dove ora c’è solo cemento. La bambina non ha quasi mai sentito pronunciare la parola « fiore » perché ha un ricordo confuso quando la sente pronunciare da sua madre. Essendo i fiori scomparsi dalla faccia della terra, la parola che li designa non fa più parte del bagaglio lessicale quotidiano. Infatti ne è rimasto un unico esemplare, chegli scienziati conservano come una reliquie in un’ampolla di cristallo. Esso è tenuto in vita grazie all’ossigeno di un altro pianeta : Plutone. Questo vuol dire che sulla terra le riserve di ossigeno si sono esaurite e che gli abitanti della Terra devono rifornirsi su un altro pianeta. La distruzione dell’ambiente ha provocato l’esaurimento dell’ossigeno.
Essendo finito l’ossigeno sulla terra ,ma potendolo trovare su Plutone, gli uomini lo devono portare dietro la schiena in bombole, come i sommozzatori che perlustrano i fondali marini. La madre lo mette nella cartella di sua figlia quando va a scuola. Possiamo immaginare che siano ricariche di ossigeno. Ci sono profumi diversi e si può scegliere il profumo che si preferisce : azzurro con l’aria di mare o bianco con l’aria della...
tracking img