Politiche ambientali

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 5 (1110 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 9 janvier 2010
Lire le document complet
Aperçu du document
Politiche ambientali e sviluppo sostenibile
Negli anni successivi all’industrializzazione massificata mondiale si è presentato davanti agli occhi di tutti il grande problema dell’inquinamento. In poco tempo è caduta la convinzione che il mondo fosse una risorsa imperitura e inalienabile e ci si è resi conto (comunque tardi) che la politica di sfruttamento scellerato stava sgretolando ilpianeta. Tramonta il mito della crescita economica che ha riempito il dibattito internazionale dopo la caduta del muro di Berlino. Restano questioni irrisolte: l'insufficienza delle risorse naturali, la povertà crescente, la crescente iniquità distributiva, l'incapacità di assicurare la pace e la sicurezza agli uomini e di contrastare il degrado dell'ambiente. Di fronte a questa grave situazione lacomunità internazionale si è mossa per arginare la crisi e l’Unione Europea è sempre stata un passo avanti rispetto al resto del mondo cercando di adottare contromisure già da parecchio tempo.
Questi i punti cruciali verso cui si sta orientando la politica ambientalista:
Lotta contro l’alterazione climatica avvenuta nella seconda parte del 20° secolo;
Preservazione della natura e dellabiodiversità delle specie;
Tutela dell’ambiente, della salute e della qualità della vita;
Preservazione delle risorse naturali;
Preservazione degli ecosistemi;
Il nostro modo di vivere, di consumare, di comportarsi, decide la velocità del degrado entropico (misura dello stato del disordine di un sistema), la velocità con cui viene dissipata l'energia utile e il periodo di sopravvivenza dellaspecie umana. Si arriva così ai concetti di sostenibilità e di sviluppo sostenibile, ovvero stretta connessione tra ambientalismo e progresso. Con lo sviluppo sostenibile si cerca di non impedire lo sviluppo economico e industriale ed allo stesso tempo a preservare l’ambiente, in modo da non arrecare (altri) danni irreparabili al pianeta.
Un esempio è lo sfruttamento intelligente delle risorsee il riciclaggio, che permettono all’industria di accedere a un’enorme quantità di risorse inutilizzata, preservando allo stesso tempo quella che è la stabilità del pianeta oppure lo sfruttamento di nuovi tipi di energia, le cosiddette fonti di energia “pulita”, quali l’energia eolica, idrica e geotermica forniscono energia ai paesi privi di grandi quantità di fonti energetiche fossili (petrolio,metano) senza intaccare l’integrità ambientale.
Lo sviluppo sostenibile presuppone quindi la conservazione dell’equilibrio generale e del valore del patrimonio naturale, la ridefinizione dei criteri e strumenti di analisi costi/benefici nel breve, medio e lungo periodo, in modo da rispecchiare le conseguenze e il valore socioeconomico reale dei consumi e della conservazione del patrimonionaturale ed una distribuzione ed un uso più equo delle risorse. Sono quattro le principali dimensioni della sostenibilità e possono schematicamente essere individuate in:
sostenibilità ambientale, come: capacità di mantenere nel tempo qualità e riproducibilità delle risorse naturali; mantenimento della integrità dell’ecosistema per evitare che l’insieme degli elementi da cui dipende la vita siaalterato; preservazione della diversità biologica;
sostenibilità economica, come: capacità di generare, in modo duraturo, reddito e lavoro per il sostentamento della popolazione; eco-efficienza dell’economia intesa, in particolare come uso razionale ed efficiente delle risorse, con la riduzione dell’impiego di quelle non rinnovabili;
sostenibilità sociale, come capacità di garantire condizionidì benessere umano e accesso alle opportunità (sicurezza, salute, istruzione, ma anche divertimento, serenità, socialità), distribuite in modo equo tra strati sociali, età e generi, ed in particolare tra le comunità attuali e quelle future;
sostenibilità istituzionale, come capacità di assicurare condizioni di stabilità, democrazia, partecipazione, informazione, formazione, giustizia....
tracking img