Voltaire

Disponible uniquement sur Etudier
  • Pages : 17 (4093 mots )
  • Téléchargement(s) : 0
  • Publié le : 25 février 2010
Lire le document complet
Aperçu du document
Facoltà di Scienze Politiche – Sassari Corso di laurea in Scienze della Comunicazione e Giornalismo

Anno Accademico 2002-3

ELEMENTI DI ANALISI DEL TESTO Le teorie alcuni modelli / questioni
Insegnamento di Analisi del Testo Prof. Fabio Di Pietro Prof. Battista Pellegrino

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI PROPP, Morfologia della fiaba (1928) “studiare la favolasecondo le funzioni dei personaggi: che cosa fanno e non chi e come” FUNZIONE = “l’operato di un personaggio determinato dal punto di vista del suo significato per lo svolgimento della vicenda” FUNZIONI: * costanti * numero limitato: 31 * successione identica * tutte le favole di magia hanno struttura monotipica

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI FORMALISMO RUSSO (1915-1930)

Distinzione tra fabula eintreccio

La riflessione di Boris Tomaševskij sul metodo formalista [La costruzione dell’intreccio (1925), in T. Todorov (a cura di), I formalisti russi (1965)]: TEMA = “unità dei significati dei singoli elementi dell’opera” => concetto di INTERESSE (attualità) => ATTENZIONE =>

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI ⇒ Scelta del TEMA = nucleo di una serie di elementi tematici ad esso subordinati edisposti secondo rapporti determinati: La disposizione di tali elementi tematici può essere di due tipi Fondamentali: 1) Rapporto causale temporale => OPERE CON FABULA (racconti, romanzi, poemi epici) 2) Piano di simultaneità o altro ordine che non implichi una casualità interna => OPERE SENZA FABULA (descrittive)

DISTRIBUZIONE = costruzione determinata => composizione letteraria => costruzioneestetica = INTRECCIO =>

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI ⇒ INTRECCIO = concetto complesso, per precisarlo è utili introdurre alcuni termini ausiliari:

Concetto di MOTIVO = PARCELLA NON SCOMPONIBILE DI MATERIALE TEMATICO (es. “Scese la sera”, “l’eroe morì”) MOTIVI 1) LEGATI (non possono essere omessi senza perdere lo stretto nesso temporale-causale della narrazione) 2) LIBERI (eliminabili)

LE TEORIE:ALCUNI MODELLI ⇒ INTRECCIO: centrale negli studi del FORMALISMO RUSSO, che si dedica (vd. Šklovskij, Teoria della prosa, 1925) all’analisi delle varie tecniche e procedure narrative

⇒ Ripresa del formalismo russo e di Propp negli anni sessanta: ⇒ STRUTTURALISMO ⇒ SEMIOLOGIA

si propone una lettura parziale di alcuni modelli attraverso L’analyse structurale du recit, numero speciale di“Communications”, 8, 1966 (L’analisi del racconto, 1969)

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI

⇒ Dal FORMALISMO allo STRUTTURALISMO: Passaggio da una visione rigida della struttura narrativa Al concetto di racconto come dispositivo, Cioè macchina capace di maggiore libertà rispetto al modello proppiano

Selezione di alcuni interventi di “Communications” =>

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI BREMOND, La logica deipossibili narrativi Introduce il concetto di SEQUENZA = RAGGRUPPAMENTO DI FUNZIONI, che lascino delle alternative allo sviluppo narrativo SEQUENZA ELEMENTARE = funzioni tra loro correlate articolate su tre momenti, ognuno dei quali può generare un’alternativa 1° momento: situazione iniziale = possibilità che un’azione o un comportamento si verifichi 2° momento: passaggio all’atto dellapotenzialità del 1° momento 3° momento: conclusione negativa o positiva dell’atto =>

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI SEQUENZE ELEMENTARI => combinazione di più sequenze elementari = SEQUENZE COMPLESSE => più sequenze complesse = CONFIGURAZIONI VARIABILI “Ogni racconto consiste in un discorso che integra una successione di eventi d’interesse umano nell’unità di una stessa azione” => perché ci sia un raccontonecessità della SUCCESSIONE, dell’INTEGRAZIONE, delle implicazioni di UMANI INTERESSI senza INTEGRAZIONE c’è solo cronologia senza UMANI INTERESSI non può darsi racconto => “poiché è solo in rapporto ad un progetto umano che gli eventi prendono senso e si organizzano in una serie temporale strutturata” =>

LE TEORIE: ALCUNI MODELLI Ciascun evento, per Bremond, si struttura secondo un...
tracking img